Direttamente al contenuto
Ministero degli Affari Esteri

Tradizione, cenoni, pikkujoulu e Babbo Natale: ecco a voi il Natale in Finlandia - Ambasciata di Finlandia, Roma : Attualità : Notizie

AMBASCIATA DI FINLANDIA, Roma

Via Lisbona 3
00198 Roma
Tel. +39-06-852 231
E-mail: sanomat.roo@formin.fi
consulate.roo@formin.fi (Passaporti, permessi di soggiorno, certificati notarili, questioni consolari)
Italiano | Suomi | Svenska |  | Instagram
Font normaleFont più grande
 
Notizie, 20/12/2011

Tradizione, cenoni, pikkujoulu e Babbo Natale: ecco a voi il Natale in Finlandia

Per quanto sia ogni anno di più una festa moderna e luccicante, non si può parlare di Natale senza le sue forti tradizioni, che da sempre rendono questa festività unica. Ma dove trovare un perfetto esempio di come tradizione e modernità possano andare d’amore e d’accordo? Nella patria di Babbo Natale naturalmente: in Finlandia!   

Le tradizioni

Per non perdere di vista la vera essenza del Natale non bisogna mai dimenticare che si tratta anzitutto di una festa dal forte valore religioso. I finlandesi lo hanno ben chiaro, e così, una delle usanze natalizie più diffuse nel paese è la visita ai cimiteri il giorno della vigilia. Al contrario di quello che si possa pensare, si tratta di un momento festoso. Tradizione vuole che ogni persona porti una candela come omaggio ai propri cari defunti. Così i cimiteri si popolano di luci calde che nello scenario quasi sempre innevato del paese, trasmettono pace e serenità. Un momento di tranquillità e riflessione così avvolgente che non è raro che a fare visita al cimitero vadano anche persone i cui cari non si trovano in quel camposanto – come spiega a Thisisfinland.it Risto Lehto, amministratore di sei cimiteri dell’Unione parrocchiale di Helsinki.

Un altro momento molto importante del Natale finlandese è sicuramente l’intera giornata della vigilia. Secondo il calendario finlandese il 24 dicembre è l’onomastico di Adamo ed Eva, e così si tratta dell’ultimo giorno utile per addobbare il proprio albero di Natale, ricordandosi di dedicare ai due una delle punte della stella posta in cima all’albero. Durante la vigilia viene celebrata anche una cerimonia seguita, dal vivo o per televisione, dalla maggioranza dei cittadini: la “Pace Natalizia”, che, come vuole una tradizione risalente al 13° secolo, viene proclamata a mezzogiorno nella città di Turku, l’antica capitale finlandese.

Dopo le celebrazioni più pubbliche si passa alle feste familiari. Ogni famiglia si ritrova con amici e parenti e nel pomeriggio inizia a preparare quello che sarà il vero cenone delle festività, la cena della vigilia. Nel menù si può trovare di tutto, ma rimangono comunque alcune ricette più tradizionali che ricorrono, come il classico salmone salato, l’insalata a base di barbabietola rossa, un particolare prosciutto al forno, il porridge di riso, seguiti dai tipici dolci della tradizione, come gli joulutortut, delle paste ripiene di marmellata o i classici biscotti allo zenzero. E tra le bevande, per non dimenticare che ci si trova in un paese nordico, il glögg di Natale, una bevanda dolce a base di vino rosso servita calda che profuma di cannella. Mentre i preparativi per la cena proseguono, una parte del pomeriggio è dedicata alla sauna natalizia, un appuntamento immancabile per quasi ogni finlandese. E come l’appetito si fa sentire e la tavola è imbandita, arriva il tempo della cena, a cui segue il momento più atteso dai più piccoli: la visita di Babbo Natale, che, per un giorno all’anno, abbandona la sua residenza lappone per portare i regali ai bambini di tutto il mondo. 

Babbo Natale è finlandese!

Come tutti sanno, Babbo Natale vive sul monte Korvatunturi, nel nord della Finlandia, dove passa gran parte dell’anno con sua moglie e centinaia di elfi suoi assistenti. Durante il periodo natalizio però Babbo Natale lascia numerose volte la sua residenza per dedicarsi alla sua missione: portare a tutti regali e spirito natalizio. In questo periodo dell’anno le temperature in Lapponia possono toccare i -30°C e la neve ricopre strade e paesaggio. Ma nessun problema, le renne di Babbo Natale, e in particolare la più famosa di esse, Rudolf, riescono a muoversi ancora più velocemente in uno scenario come questo. Per i bambini l’arrivo di Babbo Natale è una cosa seria: si tratta del momento più atteso delle feste natalizie e sono molti quelli che scrivono letterine direttamente alla sua residenza o lo vanno a trovare nel suo parco tematico in Lapponia nei pressi della città di Rovaniemi.

Immancabili: feste e regali

Negli anni alle tradizioni più consolidate si sono affiancate novità che sono divenute sempre più popolari, fino a diventare appuntamenti fissi del Natale finlandese.

 I mercatini natalizi per esempio sono una realtà sempre più diffusa in tutta la Finlandia. Il più famoso di tutti rimane il mercato della piccola città di Porvoo, nel sud del paese, dove è possibile acquistare tantissimi prodotti tipici del territorio, dal cibo all’artigianato, e dove, garantisce Pertti Haajanen, proprietario di uno di questi mercatini, è possibile trovare il regalo perfetto per chiunque pensi di avere già tutto. 

Sempre a proposito di regali, una bella e nobile tendenza sta guadagnando sempre più popolarità in Finlandia. Si tratta dei regali di beneficienza. Invece che donare oggetti che spesso vengono accantonati in un ripostiglio o dimenticati, ogni anno sempre più finlandesi preferiscono fare un regalo a chi ne ha davvero bisogno. Le molte associazioni di carità presenti sul territorio propongono infatti la possibilità di utilizzare il denaro per comprare beni utili in paesi dove la vita è più difficile.

Il “piccolo Natale”

Se il cenone della vigilia e i regali non fossero abbastanza per saziare l’appetito natalizio ecco che arriva in soccorso un’altra usanza tipica della Finlandia: i pikkujoulu. Letteralmente traducibile con “piccolo Natale” questa parola descrive le tante feste che accompagnano il Natale finlandese. Usanza lanciata negli anni ’20 e ’30, quando era appannaggio esclusivo degli studenti, e poi diffusasi a tutta la popolazione, il pikkujoulu segna di fatto l’inizio delle vacanze natalizie. Non è raro che molta gente partecipi a più di una di queste feste, serate a base di cibo, danze, spettacoli, musica e, può capitare, qualche bicchiere in più.

Per saperne di più:
Le ricette tipiche della cucina natalizia in Finlandia
Il calendario dell'avvento: ogni giorno una nuova sorpresa
Quante ne sai del Natale finlandese?

Martino Madelli

Stampa questa pagina

Aggiornato 20/12/2011


© Ambasciata di Finlandia, Roma | Informazioni sul servizio in rete | Recapiti